Il sogno nel cassetto

Il sogno nel cassetto

Anche tu hai un sogno nel cassetto? È quel piccolo pensiero che ci rende felici e allo stesso tempo malinconici.

Felici perché sappiamo che è quello a cui aspiriamo e il solo pensiero ci fa brillare gli occhi e ci colma di sorrisi. Malinconici perché abbiamo un po’ il timore di svuotare quel cassetto: in fondo, sappiamo che è tutto in nostro potere, siamo noi che decidiamo quando farlo uscire. Prima di dedicarci a lui, passiamo del tempo a porci i più svariati dubbi amletico/strategici ed emozionali.

Per anni sono stata compagna del mio sogno nel cassetto. Era proprio lì, nel comodino. Perché è quel pensiero a cui ti dedichi prima di chiudere gli occhi e prima di iniziare la giornata, la giornata che potrebbe essere in parte o completamente diversa dal solito.
E così piano piano, giorno dopo giorno, lo senti crescere più forte questo desiderio, come se ti stesse chiamando.

L’idea di mettermi in proprio, naturalmente non è venuta così, da un giorno all’altro -e tra l’altro all’inizio non ammettevo realmente di avere quest’idea. Francesca Zampone lo aveva capito subito, la prima volta che ci siamo incontrate.
E intendo dire, l’anno scorso. Io testarda continuavo a preparare un portfolio per studi grafici di chissà quale dimensione, che da qualche parte avrebbero dovuto pure esserci. Ma poi ho compreso che il mio desiderio più grande era essere assunta, certo. Ma essere assunta da me stessa. E si sa, con noi stessi siamo sempre molto esigenti, ecco il perché di questo lasso di tempo.

Solo ora, dopo un percorso di costante crescita e di consapevolezza, (e in questo percorso ci metto dentro tutto, persino teatro: teatro mi ha detto di agire) mi sento Felice. Felice di aver preso saldamente in mano quel sogno. Di averlo in pugno, nonostante sia ancora tutto all’inizio, tutto da creare e disfare.

Dopo questi mesi di gestazione, ho definito il mio scopo: occuparmi di comunicare graficamente sogni nel cassetto! yee!
Se sei qui a leggermi, molto probabilmente come me, sei una sognatrice. Ma in fondo, chi non lo è? La cosa più importante è continuare ad ascoltarci.

Allora sai cosa ti dico, ti parlo dei sogni a cui mi dedico, forse coincidono con i tuoi 🙂
Magari lo sai già perché hai dato un’occhiata al sito, i servizi che offro sono principalmente di immagine coordinata. E quindi, mi dedico a tutti quegli elementi grafici che servono per comunicare efficacemente un brand. Credo molto nell’unicità, per questo ogni logo vuole raccontare innanzitutto la storia della persona, l’idea e i suoi valori.
L’altro mio servizio principale, è legato ai matrimoni. Matrimoni dal punto di vista grafico. Sono per gli inviti poco convenzionali che trasmettano l’identità e l’originalità della coppia.

E tu che sogni hai nel cassetto?

No Comments

Post a Comment